Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Mostre in Puglia

  1. #1
    L'avatar di Malų
    Malų č offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Localitā
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,657
    Grazie
    8,106
    Ringraziato 11,972 volte in 5,669 Discussioni

    Predefinito Mostre in Puglia

    APRILE

    De Chirico a Castel del Monte. Il labirinto dell'anima.

    Dal 17 Aprile AL 28 Agosto 2011

    Castel del Monte
    contrada Castel del Monte 234 - Andria, Barletta Andria Trani

    Note: L’esposizione propone al pubblico venti opere dell’illustre Maestro della Metafisica esposte in quattro sale del piano terra e nel cortile ottagonale del Castello, fatto costruire da Federico II di Svevia intorno al 1240.
    Un’occasione unica per i visitatori di Castel del Monte per accostarsi all’artista pių autorevole del pensiero metafisico, per la prima volta emblematicamente ospitato nella prestigiosa cornice architettonica pugliese.
    Ultima modifica di Malų; 01-12-2011 alle 15:05

  2. #2
    L'avatar di Malų
    Malų č offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Localitā
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,657
    Grazie
    8,106
    Ringraziato 11,972 volte in 5,669 Discussioni

    Predefinito

    MAGGIO - GIUGNO

    Posegue ( Vedi Aprile)

    De Chirico a Castel del Monte. Il labirinto dell'anima.

    ************************************************** ******

    Il respiro della luce

    Dal 28 Maggio al 12 Giugno 2011

    Saletta dell'Arte
    via Duca degli Abruzzi 51 - Taranto

    Note: Artista contemporaneo (Roma, 1952) ed interprete della storia di una civiltā globalizzata alla quale appartiene, MASSIMO CAMPI dipinge come un pittore impressionista, la cui chiave di lettura delle sue opere č l'applicazione raffinata della luce. Una luce ardente, con cui ama ritrarre soprattutto gli "asettici" panorami urbani della periferia romana, restituendo ad essi la propria intima identitā spirituale. Il suo lavoro ha carpito l'interesse di affermati storici e critici dell'Arte, tra i quali: Carlo Fabrizio Carli, Marco di Capua, Lea Mattarella, Alessandro Riva, Duccio Trombadori, che hanno colto nel suo percorso di ricerca pittorica il "paesaggio" dei grandi del Rinascimento italiano e dei Vedutisti veneti, passando per Corot, fino ad arrivare alla Scuola Romana del Novecento italiano ed a Hopper.
    Massimo Campi ha rappresentato con un'intelligenza sensibilmente moderna gli ampi spazi edificati di una Roma quotidiana, come possono essere i centri commerciali, i parcheggi, le rampe, i raccordi autostradali, gli anonimi palazzoni, e cosė via... Questi luoghi regolarmente vissuti, ai quali probabilmente, nessuno presterebbe particolare attenzione se non per necessaria abitudine, si rigenerano di un ossigeno incontaminato nelle sue opere, immersi in un'atmosfera calda ed impalpabile allo stesso tempo, per essere elegantemente rimarcati dal riverbero abbagliante del sole.
    Suggestive le sue rappresentazioni di ambientazione cittadina, dove i personaggi tratti da ricordi di scene di vita reale, sembrano isolarsi al loro destino celando le proprie emozioni, come volessero rifuggire dallo sguardo dello spettatore, immerse in una situazione d'attesa dove tutto č possibile ma nulla succede. La figura umana si plasma come fosse un qualsiasi elemento dell'architettura che costituisce il paesaggio, al medesimo livello di una casa o un lampione; č solo un improbabile spettro della memoria dell'autore che si integra nel progetto della sua composizione artistica. Quell''effetto di straordinaria aura "metafisica" che Campi ci trasmette con la sua pittura č data dall'impiego di tonalitā cromatiche essenziali e molto tenui, piuttosto pallide, quasi bianche; colori che ben si distinguono da quelli "fuligginosi" utilizzati dall'artista Sironi nel ritratto delle sue lugubri periferie.
    La poesia raffinata e apparentemente timida, di cui č pregna l'arte di Massimo Campi, ha incontrato ottimi consensi da parte del pubblico e della critica nazionale in occasione delle sue numerose partecipazioni a mostre personali e collettive, svoltesi soprattutto nella sua amata Capitale.


    Il genio di Salvador Dalė
    Dal 28 Maggio al 25 Settembre 2011

    Castello Aragonese
    via Nicola d'Otranto - Otranto, Lecce

    Note: La mostra - che sarā inaugurata il 27 maggio alle ore 18.00 – accoglie sei sculture originali in bronzo, tra le quali “Elefante cosmico” (di grandi dimensioni - h 120 x 90 x 350 cm), e una selezione di cinquantaquattro litografie originali, che spaziano nel mondo del surreale per illustrare temi e testi letterari e che ancora una volta testimoniano la grande capacitā grafica del maestro spagnolo. Dal clima gotico travasato in surrealismo bianco/nero del “Castello di Otranto”, ai colori pallidi delle “Fiabe Giapponesi”, al vuoto di colore della carta lasciata nuda in “Tristano e Isotta”, al nero e oro glitterato degli “Amours Jaunes”, Dalė precipita con la sua gamma espressiva multiforme nel vero Castello Aragonese di Otranto. Lo invade, lo trasforma, semina il panico con il suo ingombrante mistero, proprio come il gigantesco elmo che mette in moto la trama del romanzo di Walpole che l’artista spagnolo illustra in una delle serie di incisioni in mostra. Dalė si muove, agile e rapido come un gatto, tra testi completamente diversi per registro, tono, epoca, con l’unico filo rosso che č l’indubbia riconoscibilitā delle sue figurette allungate, delle sue fughe vertiginose di linee, della sua irreprensibile indole provocatoria. Le sculture in bronzo paiono la materializzazione dei personaggi che Dalė dirige nella sua opera grafica, attori che si muovono in scena nonostante le loro articolazioni molli, senz’ossa, raccontando ognuna la sua storia pių o meno eroica.
    Ultima modifica di Malų; 01-12-2011 alle 15:05

  3. #3
    L'avatar di Malų
    Malų č offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Localitā
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,657
    Grazie
    8,106
    Ringraziato 11,972 volte in 5,669 Discussioni

    Predefinito

    LUGLIO - AGOSTO

    Proseguono:

    De Chirico a Castel del Monte. Il labirinto dell'anima.

    Il genio di Salvador Dalė


    Ultima modifica di Malų; 01-12-2011 alle 15:05

  4. #4
    L'avatar di Malų
    Malų č offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Localitā
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,657
    Grazie
    8,106
    Ringraziato 11,972 volte in 5,669 Discussioni

    Predefinito

    NOVEMBRE - DICEMBRE


    Sistema della Moda e Sistema delle Fonti in Puglia

    Dal 22 Novembre 2011 al 10 Gennaio 2012

    Biblioteca comunale

    corso Vittorio Emanuele 51 - Putignano, Bari

    Note: La mostra racconta la storia della cittā di Putignano, tra moda e imprese; un faro acceso sulle famiglie di imprenditori del territorio che hanno avuto la lungimiranza di conservare tasselli utili alla ricostruzione bibliografica, museale ed iconografica della propria azienda; nuove prospettive di studio e ricerca nel lavoro di censimento e inventariazione degli archivi d’impresa.

  5. #5
    L'avatar di Patrizia Auletta
    Patrizia Auletta č offline Crocettina Diamante
    Data Registrazione
    13-07-2009
    Localitā
    Salerno
    Messaggi
    12,262
    Grazie
    2,438
    Ringraziato 3,480 volte in 2,232 Discussioni

    Predefinito


    BARI



    Una Scintilla che Accende l’Universo: VI Edizione Festival dell’Arte - 8 marzo - 30 marzo 2012

    Dal 08 marzo 2012 al 30 marzo 2012


    Percorso sulla Produzione Artistica di Autrici contemporanee
    .


    Artiste presenti: Rossella Andriani, Barbara Antonelli, Carmen D'Appolito, Antonella Berlen, Alessandra De Giosa, Chiara Donadei, Manuela Grasso, Luigia Pinatelli, Iginia Romeo, Aldina Todorovic, Maria Elena Savini, Simona Weller.

    Bari, Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi,
    Via Pietro Oreste

    Tel.
    080 2173450-0802173111 - Fax: 0802173444

    bn-ba@beniculturali.it




    Il dialogo con le donne nelle carte di Tommaso Fiore


    Dal 08 marzo 2012 al 30 marzo 2012


    La mostra vuole essere un contributo alla ricostruzione del ruolo delle donne nella storia d’Italia dal secondo dopoguerra ai primi anni Sessanta attraverso il carteggio dell’antifascista e umanista altamurano Tommaso Fiore (1884-1973) conservato presso la Biblioteca Nazionale di Bari.

    Bari, Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi, Via Pietro Oreste


    dal lun. al ven. ore 9,00-18, 30; sabato ore 9,00-13,00


    Tel:
    080-2173111; Fax: 0802173444

    bn-ba@beniculturali.it



Discussioni Simili

  1. Puglia
    Di nadiaama nel forum Viaggi & Vacanze
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 20-12-2015, 15:49
  2. Schema Puglia
    Di mimi92 nel forum Punto Croce
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-02-2014, 20:10
  3. Mostre in Piemonte
    Di Malų nel forum Mondo Arte
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 28-10-2012, 08:58
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-10-2012, 20:19
  5. Mostre in Sicilia
    Di Malų nel forum Mondo Arte
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 01-05-2012, 00:41

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •