Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17

Discussione: L'importanza del campione

  1. #11
    L'avatar di deborah
    deborah è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    17-08-2009
    Località
    lago maggiore
    Messaggi
    2,551
    Grazie
    3,236
    Ringraziato 1,170 volte in 711 Discussioni

    Predefinito

    ciao, anche io ho imparato a fare il campione nonostante la voglia di iniziare subito il progetto sia tanta..però mi capita quasi sempre che il mio non corrisponda a quello della spiegazione: ok direte voi, cambia i ferri..peccato però che coi ferri piu' piccoli il lavoro venga "gnucco", cioè troppo sostenuto, tipo presina per intenderci, oppure coi ferri di un numero più grande il lavoro sia troppo morbido...allora, se col mio campione la tensione è ottimale ma non mi corrisponde al modello, va sempre a finire che mi perdo in calcoli da ragioniere (mancato) perdendo oltre a un mucchio di tempo, spesso anche la voglia....
    infatti se nel modello c'è uno schema con le misure in centimetri facendo le proporzioni riesco a cavarmela, ma quando i cm non ci sono... che rabbia!!!!! che mi consigliate???

  2. Per questo Post, l'utente deborah e' stato ringraziato da:


  3. #12
    ROXANNA è offline Utente + Blog
    Data Registrazione
    26-12-2010
    Messaggi
    44
    Grazie
    104
    Ringraziato 13 volte in 11 Discussioni

    Predefinito

    io cambio proprio il lavoro quando non mi combacia il campione e tanti tanti tentativi,tanto ho sempre della lana a casa,oppure dal momento che ho la mano piuttosto stretta compro la lana sempre un po piu grossa del modello da fare.so che non è la soluzione che speravi.ah dimenticavo come ultima possibilita tiro fuori i vecchi ferri di mia nonna che hanno per esempio il 3,75 oppure il 3'25 così riequilibrio.ciao

  4. I seguenti 2 utenti ringraziano ROXANNA per questa discussione:

    deborah (27-08-2011)

  5. #13
    L'avatar di Lo Staff
    Lo Staff è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    11-12-2011
    Messaggi
    16,454
    Grazie
    0
    Ringraziato 12,239 volte in 5,228 Discussioni

    Predefinito

    sì, i ferri con i quarti risolvono molto, io li compro su ebay da Inghilterra....costano pochissimo ..... in realtà tu dovresti usare i ferri che fanno sì che la tua tensione corrisponda a quella indicata nel progetto che vuoi realizzare, in modo da riuscire a fare la taglia esatta.... ricalcolare tutto diventa sempre molto complicato e laborioso....

    io spesso vado ad occhio, lavoro con il numero di maglie indicate per una taglia in + o in meno a seconda della grossezza della lana e dei ferri... mi capita spesso di voler fare un golfino con una lana diversa e mi arrangio così... comunque vedrai che poi viene spontaneo l'adattamento dei ferri e del filato.....

  6. I seguenti 2 utenti ringraziano Lo Staff per questa discussione:

    deborah (27-08-2011)

  7. #14
    L'avatar di marinasmn
    marinasmn è offline Crocettina Platinum
    Data Registrazione
    17-11-2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    4,444
    Grazie
    2,642
    Ringraziato 2,778 volte in 1,384 Discussioni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Barbara Visualizza Messaggio
    il campione bisogna farlo di 10 cm x 10 cm circa un quadrato. lavarlo e sfumarlo con il vapore......

    anceh io ho notato ceh a volte lo stesso tipo di lana cambiando tinta cambia lo spessore del filo....... secondo me i bianchi sono + sottili....

    baci
    A me è capitato con della lana merinos per bimbi: quelle gialla e verde acqua hanno uno spessore, mentre quella azzurra è molto più grossa, eppure è la stessa marca e lo stesso tipo di filato, bho!!!!
    Marina :maglia:
    E' importante non limitarsi ad aiutare qualcuno per dovere o per diletto.
    Se lo si fa con amore e compassione, con un sorriso e con parole gentili,
    si procura di certo una gioia agli altri.
    L'atto in se stesso può sembrare identico,ma i benefici che esso comporta sono infinitamente superiori.
    (Dalai Lama)

  8. Per questo Post, l'utente marinasmn e' stato ringraziato da:


  9. #15
    L'avatar di deborah
    deborah è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    17-08-2009
    Località
    lago maggiore
    Messaggi
    2,551
    Grazie
    3,236
    Ringraziato 1,170 volte in 711 Discussioni

    Predefinito

    ciao, grazie per i consigli, come sempre l'esperienza è il miglior alleato...

  10. Per questo Post, l'utente deborah e' stato ringraziato da:


  11. #16
    L'avatar di Lo Staff
    Lo Staff è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    11-12-2011
    Messaggi
    16,454
    Grazie
    0
    Ringraziato 12,239 volte in 5,228 Discussioni

    Predefinito

    Il campione
    Indispensabile prima di iniziare a creare il tuo capo a maglia


    Prima di iniziare un qualsiasi lavoro a maglia è indispensabile eseguire il campione con il filato, i ferri e il punto prescelti, allo scopo di verificare la tensione che la vostra mano dà al filo. Tutte le spiegazioni dei capi presentati nel volume, sono date sulla base del campione indicato, dove vengono specificati sia il numero di maglie, sia il numero di ferri necessari per realizzare un campione di 10 x 10 cm.

    Come fare il campione
    - Scelto il filato, i ferri, il punto e il modello, avviare le maglie necessarie per lavorare un quadrato di 10 cm di lato.
    - Terminato il lavoro, appuntare il campione ottenuto su una superficie piatta, senza tirarlo e verificare la quantità di maglie in 5 cm (o in 10 cm se lo preferite).
    - Con il centimetro misurare il campione in senso orizzontale appuntando, in corrispondenza di un ferro, due spilli alla distanza di 5 cm.
    - Contare le maglie comprese fra i due spilli.
    - Calcolare ora il numero di ferri in altezza: appoggiare il centimetro sul campione in senso verticale appuntando due spilli: il primo all’inizio del centimetro e il secondo distanziato di 5 cm.
    - Dopo aver contato maglie e ferri in 5 cm moltiplicare per due sia le maglie sia i ferri ottenendo così un parametro per 10 cm. (Diversamente calcolare la quantità di maglie e ferri in 10 cm).
    - Verificare le misure con il campione di base che accompagna la spiegazione del punto e apportare le modifiche necessarie.


    Come contare le maglie
    Dopo aver posizionato gli spilli contare le maglie, che nell’illustrazione corrispondono a 11 maglie, per 5 cm di larghezza. Moltiplicare il numero di maglie per due (22 maglie) per avere un parametro per 10 cm di lavoro.



    Come contare i ferri
    Dopo aver posizionato gli spilli contare i ferri che nell’illustrazione corrispondono a 14 per 5 cm di altezza. Moltiplicare il numero di ferri per due (28 ferri) per avere un parametro per 10 cm di lavoro.


    L’importanza del campione
    - Verificare la tensione della mano: è questo il fattore che può far variare le misure del campione. Alcuni lavorano con una “tensione“ del filo stretta, altri, al contrario, con una “tensione” più lenta: quindi, se la mano è più stretta o più morbida rispetto allo “standard”, bisogna scegliere ferri di mezzo numero più grossi o più sottili oppure aumentare o diminuire il numero di punti di avvio.

    - Verificare lo spessore del filato.
    - Verificare la compattezza del lavoro: il filato deve essere sempre proporzionato ai ferri al fine di ottenere una maglia dalla giusta compattezza. I ferri non devono essere troppo sottili rispetto al filato, altrimenti le maglie risultano piccole e fitte e il lavoro rigido; non troppo grossi altrimenti la maglia risulta morbida e lenta e non mantiene la sua forma.
    - Impadronirsi della tecnica del punto: è questo un altro dei vantaggi del campione. Lavorare un campione di prova permetterà, specie quando i punti sono difficili, di verificare la spiegazione e se questa è stata ben compresa, cosa importante per evitare spiacevoli sorprese nel corso della lavorazione.
    - Quando si sostituisce un punto o un filato: se si intende cambiare il punto, il campione diventa ancora più indispensabile, anche utilizzando gli stessi ferri e lo stesso filato: punti differenti creano infatti “tensioni” differenti. Una maglia rasata sicuramente non dà lo stesso campione di una maglia legaccio o di un punto traforato.

  12. I seguenti 5 utenti ringraziano Lo Staff per questa discussione:

    deborah (02-09-2011), olly75 (09-10-2011), ROXANNA (04-09-2011), zanthya (02-09-2011)

  13. #17
    L'avatar di zanthya
    zanthya è offline Utente Qualificato
    Data Registrazione
    11-10-2010
    Località
    abito ad Aprilia ma sono di Roma
    Messaggi
    521
    Grazie
    154
    Ringraziato 92 volte in 76 Discussioni

    Predefinito

    io a volte faccio qualche riga con un filato di colore diverso, poi faccio il campione e finisco sempre con qualche riga di colore diverso (ovvio stesso spessore di filato)

  14. Per questo Post, l'utente zanthya e' stato ringraziato da:


Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Discussioni Simili

  1. David campione italiano
    Di mammagiulietta nel forum Megghy.com
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 07-12-2012, 01:36
  2. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 25-07-2012, 23:20
  3. inter campione del mondo!!!!
    Di CIANA nel forum ...oggi sono Felice
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 20-12-2010, 07:48
  4. L'importanza di un sorriso
    Di alisanna72 nel forum Il salotto delle chiacchiere
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 15-11-2010, 02:25
  5. Milan campione d'Europa
    Di Amministratore nel forum Mondo News
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-06-2007, 19:22

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •