Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: Come lavare un lavoro a punto croce

  1. #1
    L'avatar di Betty23
    Betty23 è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    04-04-2012
    Località
    Provincia di Venezia
    Messaggi
    5,759
    Inserzioni Blog
    9
    Grazie
    5,836
    Ringraziato 3,014 volte in 2,414 Discussioni

    Predefinito Come lavare un lavoro a punto croce

    Ciao a tutti, spero di aver scritto nella sezione esatta,
    volevo chiedere un consiglio per quanto riguarda il modo di lavaggio per un lavoro a punto croce; infatti ho quasi finito un lavoretto a punto croce quasi tutto bianco e volevo chiedere, visto che mi sembra che si sia sgualcito un pò, come fare per lavarlo delicatamente e stirarlo senza rovinarlo. Grazie ciao

  2. #2
    stela loshi è offline Utente + Blog
    Data Registrazione
    17-04-2012
    Messaggi
    47
    Grazie
    14
    Ringraziato 10 volte in 9 Discussioni

    Predefinito

    ciao dipende dalla grandezza del lavoro se è piccolo io di solito con acqua tiepida nella baccinella con detersivo liquido

  3. I seguenti 2 utenti ringraziano stela loshi per questa discussione:

    baby1264 (26-04-2012), Betty23 (26-04-2012)

  4. #3
    L'avatar di roby77
    roby77 è offline "Win contest cuori e fiori '19" - "Win 1°-2° Torneo cat. Cucito creativo"
    Data Registrazione
    12-03-2011
    Località
    Carrara
    Messaggi
    5,312
    Grazie
    2,383
    Ringraziato 3,568 volte in 2,637 Discussioni

    Predefinito

    Confermo: anch'io o quando finisco di ricamare, lavo sempre la stoffa a mano in un baccinella, acqua tiepida e detersivo liquido. Una volta asciutto, stiro sul rovescio.
    Ciao

  5. I seguenti 3 utenti ringraziano roby77 per questa discussione:

    baby1264 (26-04-2012), Betty23 (26-04-2012), mariellaf78 (24-04-2012)

  6. #4
    L'avatar di winnie88
    winnie88 è offline Crocettina Platinum
    Data Registrazione
    24-01-2011
    Località
    Frattaminore (NA)
    Messaggi
    4,826
    Grazie
    2,550
    Ringraziato 3,217 volte in 2,714 Discussioni

    Predefinito

    Io oltre al lavaggio, lo stiro a rovescio usando l'appretto!!!
    la stiratura viene meglio!

  7. I seguenti 2 utenti ringraziano winnie88 per questa discussione:

    baby1264 (26-04-2012), Betty23 (26-04-2012)

  8. #5
    L'avatar di betty63
    betty63 è offline Crocettina Gold
    Data Registrazione
    22-12-2008
    Messaggi
    3,984
    Grazie
    2,406
    Ringraziato 2,986 volte in 1,224 Discussioni

    Predefinito

    Io faccio diversamente su consiglio di un'amica che ha una lavanderia e che ricama anche lei:
    - se è rimasto tanto nel telaio o comunque maneggiato molto, lo faccio lavare a secco per togliere l'unto che le mani comunque rilasciano e i segni del telaio
    - se è solo un po' sgualcito, lo metto in ammollo in acqua fredda con l'ammorbidente, così che le fibre si distendano e lo appendo con "l'ometto" dei pantaloni e delle gonne, quello con le pinze per capirci, lasciando sgocciolare via l'acqua ... mai strizzando!
    Poi lo stiro da rovescio con l'appretto.

  9. I seguenti 7 utenti ringraziano betty63 per questa discussione:

    baby1264 (26-04-2012), Betty23 (26-04-2012), ladypeggy (29-06-2013), Principessa22 (24-06-2013), rosablu (24-04-2012), silvia (07-05-2014), Sonia76 (24-06-2013)

  10. #6
    L'avatar di Betty23
    Betty23 è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    04-04-2012
    Località
    Provincia di Venezia
    Messaggi
    5,759
    Inserzioni Blog
    9
    Grazie
    5,836
    Ringraziato 3,014 volte in 2,414 Discussioni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da betty63 Visualizza Messaggio
    Io faccio diversamente su consiglio di un'amica che ha una lavanderia e che ricama anche lei:
    - se è rimasto tanto nel telaio o comunque maneggiato molto, lo faccio lavare a secco per togliere l'unto che le mani comunque rilasciano e i segni del telaio
    - se è solo un po' sgualcito, lo metto in ammollo in acqua fredda con l'ammorbidente, così che le fibre si distendano e lo appendo con "l'ometto" dei pantaloni e delle gonne, quello con le pinze per capirci, lasciando sgocciolare via l'acqua ... mai strizzando!
    Poi lo stiro da rovescio con l'appretto.
    Volevo ringraziare tutte quante per le vostre risposte, siete state tutte molto gentili; ringrazio in particolar modo Betty63 che mi ha dato una dritta veramente importante e che proprio non sapevo, grazie mille!! un

  11. Per questo Post, l'utente Betty23 e' stato ringraziato da:

    betty63 (26-04-2012)

  12. #7
    L'avatar di Sonia76
    Sonia76 è offline "Win 2°Torneo cat. Feltro e pannolenci"
    Data Registrazione
    12-11-2012
    Località
    Reggello,Firenze
    Messaggi
    4,889
    Grazie
    2,500
    Ringraziato 3,434 volte in 2,679 Discussioni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da betty63 Visualizza Messaggio
    Io faccio diversamente su consiglio di un'amica che ha una lavanderia e che ricama anche lei:
    - se è rimasto tanto nel telaio o comunque maneggiato molto, lo faccio lavare a secco per togliere l'unto che le mani comunque rilasciano e i segni del telaio
    - se è solo un po' sgualcito, lo metto in ammollo in acqua fredda con l'ammorbidente, così che le fibre si distendano e lo appendo con "l'ometto" dei pantaloni e delle gonne, quello con le pinze per capirci, lasciando sgocciolare via l'acqua ... mai strizzando!
    Poi lo stiro da rovescio con l'appretto.
    Grazie betty...avevo bisogno di un consiglio sul lavaggio e devo dire che il tuo è stato veramente eccellente....lavaggio e stiratura sono risultati ottimi...

  13. #8
    L'avatar di saifos
    saifos è offline Utente Senior
    Data Registrazione
    30-11-2011
    Località
    torino
    Messaggi
    180
    Grazie
    106
    Ringraziato 61 volte in 44 Discussioni

    Predefinito

    lavare con sapone di marsiglia e acqua appena tolto "il freddo" risciacquare bene, aggiungere un goccio di cura tende 2 della nuncas e lo avvolgo in un'asciugamano di spugna bianca per togliere l'acqua in eccesso. in questa maniera se c'è del filo che "perde" tipo l'815. non si hanno problemi. il cura della nuncas è un appretto eccezionale. stende le fibre.......poco appretto al rovescio, il diritto sopra due asciugamani di spugna, stiri al rovescio cosi' nel morbido della spugna le crocette "affondano" e rimangono più in rilievo e.... fatto. mia zia, vecchia ricamatrice mi ha insegnato cosi' ed io ho sempre fatto cosi' con risultati ottimi

  14. I seguenti 2 utenti ringraziano saifos per questa discussione:

    Skipper* (06-05-2014), Sonia76 (25-06-2013)

  15. #9
    L'avatar di Sonia76
    Sonia76 è offline "Win 2°Torneo cat. Feltro e pannolenci"
    Data Registrazione
    12-11-2012
    Località
    Reggello,Firenze
    Messaggi
    4,889
    Grazie
    2,500
    Ringraziato 3,434 volte in 2,679 Discussioni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da saifos Visualizza Messaggio
    lavare con sapone di marsiglia e acqua appena tolto "il freddo" risciacquare bene, aggiungere un goccio di cura tende 2 della nuncas e lo avvolgo in un'asciugamano di spugna bianca per togliere l'acqua in eccesso. in questa maniera se c'è del filo che "perde" tipo l'815. non si hanno problemi. il cura della nuncas è un appretto eccezionale. stende le fibre.......poco appretto al rovescio, il diritto sopra due asciugamani di spugna, stiri al rovescio cosi' nel morbido della spugna le crocette "affondano" e rimangono più in rilievo e.... fatto. mia zia, vecchia ricamatrice mi ha insegnato cosi' ed io ho sempre fatto cosi' con risultati ottimi
    grazie saifos...vorrà dire che la prossima volta provo anche come dici tu....tutti i consigli sono sempre ben accetti..ciao ciao

  16. #10
    L'avatar di winnie88
    winnie88 è offline Crocettina Platinum
    Data Registrazione
    24-01-2011
    Località
    Frattaminore (NA)
    Messaggi
    4,826
    Grazie
    2,550
    Ringraziato 3,217 volte in 2,714 Discussioni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da saifos Visualizza Messaggio
    lavare con sapone di marsiglia e acqua appena tolto "il freddo" risciacquare bene, aggiungere un goccio di cura tende 2 della nuncas e lo avvolgo in un'asciugamano di spugna bianca per togliere l'acqua in eccesso. in questa maniera se c'è del filo che "perde" tipo l'815. non si hanno problemi. il cura della nuncas è un appretto eccezionale. stende le fibre.......poco appretto al rovescio, il diritto sopra due asciugamani di spugna, stiri al rovescio cosi' nel morbido della spugna le crocette "affondano" e rimangono più in rilievo e.... fatto. mia zia, vecchia ricamatrice mi ha insegnato cosi' ed io ho sempre fatto cosi' con risultati ottimi
    Anche io stiro su asciugamani di spugna,
    così non si "schiacciano" le crocette!

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. come calcolare il costo di un lavoro a punto croce
    Di desde7 nel forum Punto Croce
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 27-04-2012, 20:43
  2. mettere lavoro punto croce in cornice
    Di florinagirl nel forum Punto Croce
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 18-01-2012, 17:01
  3. ecco il mio primo lavoro a punto croce :D di sabrysusy
    Di sabrysusy nel forum Ricami Punto Croce
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 01-09-2011, 18:03
  4. Schema da una foto di un lavoro a punto croce
    Di Zukkerina nel forum Richiesta Schemi da realizzare
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-03-2011, 16:20
  5. punto croce come lavoro si può?
    Di linda79 nel forum Punto Croce
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-03-2011, 15:16

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •