Scandalo calcio, via al processo

Sospensione e rinvio al 3 luglio
Il dibattimento allo stadio Olimpico. Insultato De Santis. Imputate 4 societÓ e 26 persone. Accolte le richieste di Lecce, Messina, Bologna, Treviso e Brescia di entrare come parti lese. Carraro e Mazzini in aula

14:00 Rinviato il processo
Maxi processo al via ed Ŕ subito stop. La Caf presieduta da Cesare Ruperto ha infatti subito accolto le richieste di partecipare al processo di 5 club che costituiscono controparte nel dibattimento: si tratta di Lecce, Messina, Treviso, Bologna e Brescia che si presentano come terzi nel processo contro i club e i tesserati deferiti.


12:31 Grande Stevens: "Nessuna responsabilitÓ"
"Non me ne intendo di giustizia sportiva, ma non c'Ŕ alcuna responsabilitÓ della societÓ. Siamo a livello di intenzioni o millanterie - ha dichiarato Franzo Grande Stevens, presidente uscente della Juventus - L'unica decisione finora Ŕ stata quella della Procura di Torino che ha detto che non vi Ŕ stato alcun illecito", ha concluso Stevens.


12:12 Accolte istanze 5 club
La Caf ha ammesso le istanze di cinque societÓ (Bologna, Brescia, Lecce, Messina e Treviso) che hanno fatto richiesta di essere ammesse come terzi interessati.


12:11 Processo sospeso fino a lunedýIl dibattimento riprenderÓ lunedý. Il collegio giudicante ha infatti accolto le istanze dei terzi interessati e ha concesso tre giorni per poter riprendere il processo.


10:21 Prima camera di consiglio sulle eccezioni
Prima pausa nel maxi processo al calcio. Dopo la presentazioni delle eccezioni procedurali preliminari, il presidente Cesare Ruperto ha sospeso i lavori e il collegio giudicante si Ŕ riunito in camera di consiglio per decidere se accogliere o respingere le prime istanze presentate dagli avvocati.


10:17 Ruperto: "VeritÓ in tempi celeri"
Il presidente della Caf, Cesare Ruperto, nel corso del maxi-processo di Roma per "calciopoli", ha affermato: "Dobbiamo collaborare tutti all'accertamento della veritÓ in tempi celeri. Il punto Ŕ se vogliamo sposare il buon andamento del processo oppure scivolare sul piano della nullitÓ".


10:16 Caf in camera di consiglio
La Commissione d'Appello Federale si Ŕ riunita in camera di consiglio per prendere in esame le eccezioni preliminari avanzate dagli avvocati difensori. In particolare si contesta il termine temporale entro cui le difese hanno potuto visionare gli atti e le memorie.


10:10 Legali chiedono differimento
I legali di tesserati e club destinati ad essere giudicati dalla Caf hanno chiesto il differimento del procedimento appellandosi alla mancata possibilitÓ di accedere agli atti. "La legge sull'accesso agli atti non Ŕ applicabile a questo procedimento", ha detto invece il procuratore della Figc, Stefano Palazzi, opponendosi alle eccezioni formulate.


09:59 Cinque societÓ presentano istanze
Sono cinque le societÓ che hanno presentato istanza come terzi interessati. Si tratta di Bologna, Brescia, Lecce, Messina e Treviso. Ma i legali di Antonio Giraudo, Chiappero, e dei fratelli Della Valle, Bruni, hanno contestato tali istanze. "Alla luce delle nuove norme federali non c'Ŕ automatismo tra le squadre eventualmente penalizzate o retrocesse e quelle che avrebbero la possibilitÓ di essere ripescate, visto che la classifica finale del campionato vale solo per il 50%. Dunque i terzi non hanno pi¨ alcun interesse immediato", ha dichiarato l'avvocato Chiappero.


09:42 Via i lavori
Comincia con l'appello il maxi processo del calcio. Il presidente della Caf, Cesare Ruperto ha dato il via ai lavori nella grande aula dello stadio Olimpico.
L'ex capo della Consulta ha aperto con la spunta dei nomi dei presenti: il primo chiamato Ŕ stato Luciano Moggi, grande assente del processo. A rappresentarlo, l'avvocato Gianaria. "Buon lavoro a tutti" ha detto Ruperto.


09:41 Arrivano Paparesta, Dondarini e Tagliavento
Dopo l'arbitro Massimo De Santis hanno fatto il loro ingresso allo stadio Olimpico gli arbitri Gianluca Paparesta, Paolo Dondarini e Paolo Tagliavento.
Tutti gli 'imputati' devono ritirare gli accrediti per poter entrare all'interno dell'aula. Poco prima dei direttore di gara era entrato in aula anche il presidente della Lazio Claudio Lotito, l'unico tra l'altro munito di scorta.


09:30 Avvocato Juve: "Puntiamo a restare in A"
"Il nostro obiettivo Ŕ evitare la retrocessione e ridurre il tutto all'articolo 1...". E' stato questo il commento di uno degli avvocati della Juve, Cesare Zaccone, poco prima di entrare allo stadio Olimpico. "Siamo fiduciosi di poter far valere le nostre ragioni", ha detto il legale dei bianconeri prima di allontanarsi definitivamente.


09:21 Insulti a De Santis
Franco Carraro e Innocenzo Mazzini sono stati i primi ad essere arrivati nell'aula dell'Olimpico in cui tra poco inizierÓ il maxi processo per lo scandalo del calcio.
L'ex presidente della Federcalcio ha giÓ preso posto nell'aula dello stadio cosý come l'ex suo vice presidente, ma in posti distanti tra loro. A seguire ha fatto il suo ingresso allo stadio Olimpico l'arbitro Massimo De Santis che Ŕ stato insultato da qualche tifoso all'entrata. Alle 9,30 Ŕ previsto l'arrivo del collegio giudicante presieduto da Cesare Ruperto che darÓ il via ufficiale al processo.


08:10 Alle 9.30 via al processo
Parte alle ore 9.30 allo stadio Olimpico il dibattimento sullo scandalo che ha travolto il mondo del calcio. Nel mirino Juventus, Milan, Fiorentina, Lazio e 26 protagonisti del campionato. Il pm: "Un giorno importante".