Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Mostre in Emilia Romagna e Repubblica di San Marino

  1. #1
    L'avatar di Malù
    Malù è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Località
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,722
    Grazie
    8,181
    Ringraziato 12,011 volte in 5,699 Discussioni

    Predefinito Mostre in Emilia Romagna e Repubblica di San Marino

    APRILE

    Melozzo da Forlì. L'umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffello

    Dal 29 Gennaio al 12 giugno 2011

    Musei di San Domenico
    piazza Guido da Montefeltro Forlì, Forlì Cesena

    Note: Forlì celebra Melozzo da Forlì con la più completa esposizione che mai gli sia stata dedicata. Al San Domenico sono esposte praticamente tutte le opere “mobili” dell’artista, riunendo anche gli affreschi staccati del colossale ciclo da lui creato per l’abside della Chiesa dei Santi Apostoli a Roma, ciclo disperso tra Musei Vaticani e Quirinale. La mostra propone inoltre capolavori dei grandi, da Mantegna, a Piero della Francesca (in mostra, per la prima volta, anche la sua “Madonna di Sinigaglia”), da Bramante a Berruguete, da cui Melozzo trasse insegnamenti e suggestioni o che, come il Beato Angelico, Mino da Fiesole, Antoniazzo Romano, frequentò nella Roma pontificia.

    Antonio Ligabue. La follia del genio

    Dal 12 Marzo al 26 giugno 2011

    Fondazione Magnani - Rocca
    via Fondazione Magnani Rocca 4 Traversetolo, Parma

    Note: Vengono presentate circa centocinquanta opere, un esemplare excursus su tutte le diverse anime d’artista: una ampia selezione dei suoi celebri oli, un nucleo di disegni e di incisioni e alcune delle sue intense sculture realizzate dall’originale in argilla del suo amato Po che l’artista masticava a lungo per renderla duttile.


    Monet Cézanne Renoir e altre storie di pittura in Francia

    Dal 23 ottobre 2010 al 27 marzo 2011

    Repubblica di San Marino

    Palazzo SUMS
    Via G. B. Belluzzi, 1 - San Marino

    Questa mostra, costruita in modo particolare con dipinti provenienti dai musei di Boston, Montpellier e Lille, si compone di 30 opere, alcune di grande formato, che si collegano alla grande mostra riminese di Castel Sismondo (Parigi. Gli anni meravigliosi. Impressionismo contro Salon), ma, pur costituendone un logico proseguimento, in modo autonomo raccontano pagine significative della storia dell’arte in quegli “anni meravigliosi” che fecero di Parigi e della Francia il riferimento di un mondo. Si tratta, dunque, di una mostra di approfondimento, tutta costruita su quadri scelti perché emblematici in funzione del momento.

    Monet, Cézanne, Renoir :: Home
    Ultima modifica di Malù; 19-09-2011 alle 15:16 Motivo: Errore di battitura

  2. I seguenti 2 utenti ringraziano Malù per questa discussione:

    anna lela (15-04-2011), Aylaso_ (15-04-2011)

  3. #2
    L'avatar di Malù
    Malù è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Località
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,722
    Grazie
    8,181
    Ringraziato 12,011 volte in 5,699 Discussioni

    Predefinito

    MAGGIO - GIUGNO

    Proseguono:

    Melozzo da Forlì. L'umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffello ( V. Aprile)

    Antonio Ligabue. La follia del genio ( V. Aprile)

    *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***


    Stanley Kubrick. Visioni e finzioni (1945-1950). Cinque anni da grande fotografo.

    Dal 07 Maggio al 24 Luglio 2011

    Palazzo Magnani
    corso Giuseppe Garibaldi 31 Reggio Emilia

    Note: L’iniziativa presenta 130 fotografie provenienti dalla Library of Congress di Washington e il Museum of the City of New York - che custodiscono un patrimonio ancora sconosciuto di oltre 20.000 negativi di Stanley Kubrick, giovanissimo, ma già grande fotografo in grado di testimoniare la sua capacità di documentare la vita quotidiana dell’America dell’immediato dopoguerra, attraverso le storie di celebri personaggi come Rocky Graziano o Montgomery Clift, le inquadrature fulminanti e ironiche nella New York che si apprestava a diventare la nuova capitale mondiale, o ancora la vita quotidiana dei musicisti dixieland. La mostra rivela il suo modo di fare fotografia, una delle passioni che Kubrick, molto giovane, ereditò dal padre (l’altra sono gli scacchi), ma che si esaurì nel breve volgere di un quinquennio.

    La prima fotografia viene pubblicata il 26 giugno 1945 e ritrae un edicolante affranto per la morte di Roosevelt, un’immagine che affascinerà così tanto gli editors di Look da offrire al fotografo dilettante la possibilità di entrare nello staff della rivista come fotoreporter.

    Ritratto dell'artista da Giovane, Luciano De Vita: opere 1950-1965

    Dal 20 Maggio al 30 Ottobre 2011

    Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
    via delle Donzelle 2 - Bologna

    Note: Esposte oltre settanta opere risultato di una vita di artista volta alla continua ricerca di quella espressività che ha consentito a Luciano De Vita di collocarsi nella schiera di Maestri attivi a Bologna nei decenni centrali del Novecento e le cui opere da sempre suscitano grande attesa.
    Ultima modifica di Malù; 19-09-2011 alle 15:17

  4. Per questo Post, l'utente Malù e' stato ringraziato da:

    Aylaso_ (17-05-2011)

  5. #3
    L'avatar di Malù
    Malù è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Località
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,722
    Grazie
    8,181
    Ringraziato 12,011 volte in 5,699 Discussioni

    Predefinito

    LUGLIO - AGOSTO

    Proseguono:

    Stanley Kubrick. Visioni e finzioni (1945-1950). Cinque anni da grande fotografo.


    Ritratto dell'artista da Giovane, Luciano De Vita: opere 1950-1965

    *****************************************


    Nascita di una nazione

    Dal 10 Giugno al17 Settembre 2011

    Archiginnasio

    piazza Galvani 1/2 - Bologna

    Note: "Immagini del Risorgimento italiano nelle raccolte dell’Archiginnasio".
    La Biblioteca comunale dell’Archiginnasio per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia ha organizzato una mostra con stampe, disegni e volumi illustrati conservati nelle proprie raccolte raffiguranti personaggi ed eventi del nostro Risorgimento. L’esposizione, che comprenderà più di un centinaio di pezzi di notevole interesse storico-artistico e editoriale, intende sottolineare l’influenza che la produzione delle immagini ha avuto nella formazione della coscienza storica del Risorgimento e nella diffusione capillare dei suoi ideali.
    Ultima modifica di Malù; 19-09-2011 alle 15:18

  6. #4
    L'avatar di Malù
    Malù è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Località
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,722
    Grazie
    8,181
    Ringraziato 12,011 volte in 5,699 Discussioni

    Predefinito

    SETTEMBRE - OTTTOBRE

    Toulouse-Lautrec e la Parigi della Belle Époque

    Dal 10 Settembre all'11 dicembre 2011

    Fondazione Magnani - Rocca
    via Fondazione Magnani Rocca 4 Traversetolo, Parma

    Note: Un'originale riflessione sul celebre artista francese.
    È noto come una parte della produzione dell’aristocratico Toulouse-Lautrec (Albi 1864 - Malromé 1901), si sviluppi sulla scia del “japonisme”, ovvero l’ispirazione all’arte giapponese; egli traspone tecniche e inquadrature di quel mondo affascinante e misterioso al contesto occidentale dei locali notturni e delle maisons closes, ovvero le case chiuse che frequenta non solo come artista. È nell’ambito delle sue celeberrime affiches, presenti in mostra nell’intero corpus, che la rielaborazione dei temi e del linearismo grafico giapponese si esprime più evidentemente: dai profili degli uomini in cilindro, alle ombre nere alle spalle del soggetto, alla silhouette “senza testa” della cantante Yvette Guilbert nel notissimo Divan Japonais.
    I suoi manifesti sono capolavori d’arte e documenti di un’epoca: conquistarono il pubblico d’allora che li amò e li collezionò, in un periodo in cui altri grandi maestri si cimentavano in questo genere in forte ascesa. Ma sono tutti i suoi personaggi, colti nei caffè-concerto di Montmartre, nelle sale da ballo, nei postriboli, nel celebre Moulin Rouge, nei circhi, nei teatri, raccontati con caustica e rutilante malinconia, che rivivono nella mostra “Toulouse-Lautrec e la Parigi della Belle Époque”. Da notare come nei musei italiani siano rarissime le opere di Lautrec; si tratta quindi di un’occasione imperdibile per vedere suoi lavori senza dover raggiungere grandi musei internazionali.
    Accanto al corpus delle affiches, la mostra propone una serie di confronti di particolare suggestione: sono accostati i dipinti di figura di Lautrec a quelli di paesaggio degli impressionisti Monet e Renoir, oltre a Cézanne; viene evidenziato il debito nella grafica all’arte giapponese offrendo un confronto speculare fra i manifesti del francese e stampe giapponesi fra Settecento e Ottocento di Utamaro, Hiroshige e Hokusai; viene ricreato il clima di frizzante competizione che Lautrec ingaggia coi vari Chéret, Mucha, Steinlen, Bonnard nell’accaparrarsi le commesse pubblicitarie nella Parigi della Belle Époque; infine viene mostrata l’influenza che Picasso riceve da lui in occasione dei primi soggiorni parigini.



    Gli anni folli. La Parigi di Modigliani, Picasso e Dalí. 1918-1933

    Dal 11 Settembre 2011 al 8 Gennaio 2012

    Palazzo dei Diamanti
    corso Ercole I d'Este 21 Ferrara

    Note: Una mostra sulla Parigi degli anni Venti: Monet, Matisse, Mondrian, Picasso, Braque, Modigliani, Chagall, Duchamp, De Chirico, Miró, Magritte e Dalí furono allora i protagonisti di questo periodo di eccezionale vitalità artistica che ebbe come palcoscenico Parigi all’indomani della Grande Guerra.

  7. #5
    L'avatar di Malù
    Malù è offline Moderatrice
    Data Registrazione
    30-09-2008
    Località
    Piccola frazione di Budrio - Bologna - Italia
    Messaggi
    20,722
    Grazie
    8,181
    Ringraziato 12,011 volte in 5,699 Discussioni

    Predefinito

    Proseguono

    Gli anni folli. La Parigi di Modigliani, Picasso e Dalí. 1918-1933

    Dal 11 Settembre 2011 al 8 Gennaio 2012

    Palazzo dei Diamanti
    corso Ercole I d'Este 21 - Ferrara


    Toulouse-Lautrec e la Parigi della Belle Époque

    Dal 10 Settembre all'11 dicembre 2011

    Fondazione Magnani - Rocca
    via Fondazione Magnani Rocca 4 Traversetolo, Parma


    ************************************************** ***********

    NOVEMBRE - DICEMBRE

    Il Primo Premio Internazionale GAEM – Giovani Artisti e Mosaico

    Dal 09 Ottobre al 20 Novembre 2011

    Museo d'Arte della Città di Ravenna

    via di Roma 13 - Ravenna

    Note:Prima Edizione del Premio Internazionale GAEM - Giovani Artisti e Mosaico, con lo scopo di promuovere il mosaico contemporaneo, sia nelle sue espressioni maggiormente legate alla tradizione storica, sia nelle forme più innovative e sperimentali.


    Pablo Echaurren Lasciare il segno (1969-2011)

    Dal 09 Ottobre al 11 dicembre 2011

    MAR - Museo d'Arte della Città di Ravenna

    via di Roma 13 - Ravenna

    Note: La mostra ricostruisce l’intero arco dell’attività dell’artista, documentando anche passaggi e momenti finora meno noti, attraverso un percorso non diacronico, allestito per blocchi tematici e cicli.
    L’itinerario della mostra prende le mosse con le recenti ceramiche della serie Baroque’n’Roll e prosegue con le opere d’esordio, gli smalti e “quadratini” che fecero entrare l’artista appena diciottenne nella scuderia della galleria Schwarz; le Decomposizioni floreali ottenute con matite e pigmenti su carta (1971); le illustrazioni e i fumetti con le tavole della Vita disegnata di Dino Campana (1994); i collage, dagli assemblaggi di cartoons, manifesti e carte futuriste d’epoca, alle composizioni sulla musica rock. A seguire, l’itinerario si svolge attraverso le tarsie di stoffe imbottite, i poster, per giungere alle opere recenti con le tele dedicate alla natura, a Roma, ma anche a Ravenna, e si conclude con la serie di acrilici e carte degli anni Ottanta-Novanta, in cui spicca un ciclo di lavori inediti realizzati nel 1989, ispirati al muro di Berlino.



    Italica 150. Viaggio a piedi dalla Vetta d’Italia a Capo Passero. Un diario per immagini

    Dal 20 Ottobre 2011 al 14 Gennaio 2012

    Archiginnasio

    piazza Galvani 1/2 - Bologna

    Note: L'esposizione, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale “Francigena XXI”, ripercorre e illustra, attraverso gli scatti del fotografo Francesco Monti, il viaggio "Italica 150", compiuto tra la primavera e l’estate del 2010 insieme allo scrittore Enrico Brizzi. In occasione del centocinquantesimo anno dell’Unità nazionale, infatti, Enrico Brizzi con l’Associazione culturale Francigena XXI ha ideato e compiuto un grande viaggio a piedi dall’Alto Adige alla Sicilia. Il progetto è stato pensato come un’indagine sul campo («Chi sono oggi gli Italiani?») e vissuto come un’esperienza concreta, capace di ribaltare luoghi comuni e consumare tre paia di scarpe. L’itinerario, lungo 2191 chilometri, è stato infatti percorso a passo d’uomo dallo scrittore e dall’amico fotografo Francesco Monti in 90 tappe nella buona stagione del 2010: partiti dalle pendici innevate della Vetta d’Italia, nell’alta Valle Aurina, il 7 aprile, sono arrivati a Portopalo di Capo Passero, in provincia di Siracusa, in un torrido pomeriggio di metà luglio. Hanno viaggiato con loro, a staffetta, la dozzina di amici camminatori dell’Associazione Francigena XXI e un’essenziale troupe che ha ripreso le fasi salienti del viaggio per dare vita a un documentario, firmato da Enrico Brizzi insieme alla regista Serena Tommasini Degna, che è stato presentato al Trento Film Festival 2011.


    Aquae: la gestione dell’acqua oltre l’Unità d’Italia nella pianura emiliana - Cavamento Foscaglia 1487-2012

    Dal 13 Novembre 2011 al 26 Febbraio 2012

    Chiesa di Santa Maria fuori le mura

    via Vittorio Veneto - Nonantola, Modena

    Note: Esposizione itinerante nata per celebrare il 525° anniversario dello scavo del Cavamento Foscaglia, il grande Canale Collettore delle Acque Alte voluto dagli Estensi di Ferrara e dai Bentivoglio di Bologna che dal 1487 percorre e serve la pianura bolognese e modenese.
    La mostra “Aquae” ripercorre l’evoluzione del paesaggio padano, documentando con reperti, mappe, carteggi e materiale iconografico la gestione e tutela delle acque, dalla preistoria ai giorni nostri, nei territori oggi di pertinenza del Consorzio di Bonifica. Particolare attenzione viene posta alla romanizzazione della pianura, con una finestra sulla centuriazione, tipica forma di governo del territorio che in vaste zone della pianura padana si è mantenuta fino ad oggi.

    Apertura straordinaria l’8 dicembre 2011 e nei pomeriggi del 26 dicembre 2011 e del 6 gennaio 2012 - Chiusa il 25 e 31 dicembre 2011 e il 1 gennaio 2012.


    l fascino della terracotta, Cesare Tiazzi (1743 – 1809), uno scultore tra Cento e Bologna

    Dal 27 Novembre 2011 al 11 Marzo 2012

    Pinacoteca Civica

    via Giacomo Matteotti 18 - Cento, Ferrara

    Note: L’attività di Cesare Tiazzi si svolse prevalentemente a Cento, ma le sue opere e la sua formazione artistica risentirono indubbiamente del linguaggio elaborato dagli scultori bolognesi, maestri nella lavorazione della terracotta, materiale che Tiazzi predilesse e seppe lavorare con sapiente espressività.
    Ecco perché accanto alle opere dell’artista saranno esposte sculture in terracotta, molte delle quali inedite, dei maggiori scultori bolognesi tra Sette e Ottocento. Dai maestri di riferimento di Tiazzi, come Giuseppe Maria Mazza, Angelo Gabriello Piò e Andrea Ferreri, ai suoi contemporanei come Filippo Scandellari, Ubaldo Gandolfi, Clarice Vasini, Giacomo De Maria, Giovanni Putti e altri, sarà possibile ricreare in mostra quel panorama artistico della scultura in terracotta a Bologna, che sicuramente influì sull’artista e sulla sua opera.
    Ultima modifica di Malù; 19-11-2011 alle 13:32

  8. #6
    L'avatar di Patrizia Auletta
    Patrizia Auletta è offline Crocettina Diamante
    Data Registrazione
    13-07-2009
    Località
    Salerno
    Messaggi
    12,262
    Grazie
    2,438
    Ringraziato 3,480 volte in 2,232 Discussioni

    Predefinito

    REPUBBLICA DI SAN MARINO

    Da Hopper a Warhol. Pittura americana del XX secolo a San Marino

    Fino al 3 giugno 2012


    L’esposizione prende in considerazione tutti i momenti fondamentali, a partire dal realismo di Edward Hopper da un lato e di Thomas Hart Benton dall’altro, fino all’esperienza così particolare di Giorgia O’Keeffe. La mostra sammarinese si fa grazie al prezioso aiuto in termini di prestiti di poche, prestigiosissime realtà statunitensi: il Museum of Fine Arts di Boston, il Wadsworth Atheneum di Hartford, la Terra Foundation for American Art di Chicago, la Broad Art Foundation di Santa Monica e l’Adelson Gallery di New York.


    Rimini: Palazzo SUMS


    Orario:
    da lunedì a venerdì: 10 – 18; sabato e domenica: 10 – 19

    Tel:
    0422 429999

    Fax:
    0422 308272

    biglietto@lineadombra.it



Discussioni Simili

  1. Emilia romagna
    Di nadiaama nel forum Viaggi & Vacanze
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 15-09-2013, 12:30
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-03-2013, 21:50
  3. terremoto in emilia romagna
    Di CIANA nel forum Mondo News
    Risposte: 109
    Ultimo Messaggio: 14-06-2012, 07:16
  4. L'azienda Casumaro colpita dal sisma in Emilia Romagna chiede aiuto
    Di Fra nel forum Il salotto delle chiacchiere
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-05-2012, 12:07
  5. Repubblica Domenicana
    Di nadiaama nel forum Viaggi & Vacanze
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-2011, 08:31

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •