Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Adattare le misure e lo stress della maglia tubolare!

  1. #1
    annarita:-) è offline Utente
    Data Registrazione
    30-03-2011
    Messaggi
    12
    Grazie
    24
    Ringraziato 5 volte in 4 Discussioni

    Predefinito Adattare le misure e lo stress della maglia tubolare!

    Buongiorno a tutte le bravissime forumine,
    mi sono data al cotone da poco ed ho deciso di provare a fare questo top....http://www.adriafil.com/html/img/riv...9_Gladiolo.pdf
    Il primo problema la maglia tubolare che non ho mai fatto, ieri sera grazie al vostro video tutorial ci ho provato ma mi è venuto un gran pasticcio ma la domanda è questa: A cosa serve? (hehehe) ma sopratutto dopo aver fatto i 2 ferri di tubolare e i 6 cm di maglia a costa ritorta , comicio la maglia rasata diritta come faccio alla fine a riprendere la maglia tubolare per concludere il lavoro? Non so se sono stata chiara... Cominciando il lavoro a maglia tubolare la lavoro tutta così? Scusate ma sono imbranata! Se iniziassi con l'avvio semplice cambierebbe qualcosa?
    Il secondo problema sono le misure data la differenza di cotone,
    il campione riporta 10 cm= 24 m; io realizzo circa 8 cm con 24 m
    facendo due calcoli devo avviare circa 100 m.
    La domanda è questa:
    quando in seguito ci sono gli aumenti e le diminuzioni per gli scalfi come faccio? I calcoli sono tutti sballati o posso ugualmente seguire le istruzioni?
    Grazie di cuore a chi sarà cosi gentile ad aiutarmi!
    Un abbraccio a tutte voi!
    Annarita

  2. #2
    annarita:-) è offline Utente
    Data Registrazione
    30-03-2011
    Messaggi
    12
    Grazie
    24
    Ringraziato 5 volte in 4 Discussioni

    Predefinito

    aiutino?!

  3. #3
    L'avatar di mammagiulietta
    mammagiulietta è offline Moderatore Globale
    Data Registrazione
    24-01-2010
    Località
    pisa
    Messaggi
    7,068
    Grazie
    3,069
    Ringraziato 7,215 volte in 2,556 Discussioni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da annarita:-) Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutte le bravissime forumine,
    mi sono data al cotone da poco ed ho deciso di provare a fare questo top....http://www.adriafil.com/html/img/riv...9_Gladiolo.pdf
    Il primo problema la maglia tubolare che non ho mai fatto, ieri sera grazie al vostro video tutorial ci ho provato ma mi è venuto un gran pasticcio ma la domanda è questa: A cosa serve? (hehehe) ma sopratutto dopo aver fatto i 2 ferri di tubolare e i 6 cm di maglia a costa ritorta , comicio la maglia rasata diritta come faccio alla fine a riprendere la maglia tubolare per concludere il lavoro? Non so se sono stata chiara... Cominciando il lavoro a maglia tubolare la lavoro tutta così? Scusate ma sono imbranata! Se iniziassi con l'avvio semplice cambierebbe qualcosa?
    Il secondo problema sono le misure data la differenza di cotone,
    il campione riporta 10 cm= 24 m; io realizzo circa 8 cm con 24 m
    facendo due calcoli devo avviare circa 100 m.
    La domanda è questa:
    quando in seguito ci sono gli aumenti e le diminuzioni per gli scalfi come faccio? I calcoli sono tutti sballati o posso ugualmente seguire le istruzioni?
    Grazie di cuore a chi sarà cosi gentile ad aiutarmi!
    Un abbraccio a tutte voi!
    Annarita

    cominciamo dall'inizio visto che le tue domande sono parecchie.
    La maglia tubolare può essere sostituita da un avvio normale o da un avvio morbido (montare le maglie su due ferri accoppiati anzichè su uno solo) , il risultato naturalmente sarà diverso, l'avvio con il tubolare risulta morbido, non tira ed è esteticamente più piacevole. Se questo tipo di lavorazione ti crea stress puoi anche non farlo, otterrai solo un lavoro meno preciso.
    La chiusura della maglia tubolare non è semplicissima ma seguendo le informazioni che trovi nei vari tutorial ce la puoi fare. Tuttavia niente è vietato per cui puoi evitare il tubolare e chiudere il lavoro normalmente con i ferri anzichè con l'ago.

    E' normale che, se usi un filato differente da quello proposto tutte le indicazioni che trovi nello schema (n. di maglie e n. di giri) dovranno essere adattate al nuovo filato. Prima di iniziare il lavoro ti conviene sempre lavorare un piccolo campione, lavarlo e lasciarlo asciugare in piano. Su questo campione calcolerai i punti e i giri necessari per il tuo lavoro.

    Spero di essere stata sufficientemente chiara.

    Ti chiedo una cortesia, non inserire post di sollecito, non servono a niente. Ricorda che questo forum è frequentato da normalissime persone che intervengono solo se hanno una risposta da dare.

    Un abbraccio, Giulietta





    il mio blog http://hilda-bastaunfilo.blogspot.com/


    "Ridi sempre, ridi, fatti credere pazzo ma mai triste. Ridi anche se ti sta crollando il mondo addosso, continua a sorridere. Ci sono persone che vivono per il tuo sorriso e altre che rosicheranno quando capiranno di non essere riuscite a spegnerlo." Roberto Benigni

  4. Per questo Post, l'utente mammagiulietta e' stato ringraziato da:

    annarita:-) (22-04-2011)

  5. #4
    Nick-name è offline Banned
    Data Registrazione
    22-03-2010
    Messaggi
    3,278
    Grazie
    730
    Ringraziato 3,333 volte in 1,500 Discussioni

    Predefinito

    ciao, anche io convengo sia meglio usare l'avvio normale al principio. poi con il tempo se vuoi impari anche il tubolare....

    E' ovvio che se usi un filato + sottile il numero di maglie cambia e aumenta.
    per i calcori delle calature ecc.... bisogna adattarlo, e non è una cosa semplicissima, se si ha esperienza viene naturale, se si è alle prime armi... diventa un problema..

    Un consiglio, se sei alle prime armi cerca sempre di utilizzare un filato analogo come grossezza a quello indicato nel modello, è + semplice.
    Se invece vuoi utilizzare un filato + sottile , devi armarti di santa pazienza , fare il campione, come ti è statato suggerito da Giulietta, e poi calcolarti le differenze, nel tuo caso in +, degli aumenti, diminuzioni ecc...

    Ho visto il modello al quale ti riferisci, la differenza non è molta... poi dipende anche se hai molto o poco seno.... nel primo caso i punti in più li tieni per l'ampiezza seno....., non ti scoraggiare, devi provare..... al limite disfi e rifai.

    Nel lavoro a maglia è normale disfare, lo facciamo tutte anche se lavoriamo da anni.....
    Ultima modifica di Nick-name; 22-04-2011 alle 08:56 Motivo: correz ortogr

  6. Per questo Post, l'utente Nick-name e' stato ringraziato da:

    annarita:-) (22-04-2011)

  7. #5
    annarita:-) è offline Utente
    Data Registrazione
    30-03-2011
    Messaggi
    12
    Grazie
    24
    Ringraziato 5 volte in 4 Discussioni

    Predefinito

    Grazie di cuore Mammagiulietta e Barbara effettivamente erano domande un pò confuse e non volevo assolutamente "obbligarvi" a rispondermi il fatto è che quando non sei a conoscenza di qualcosa ti sembra una montagna da scavalcare...
    Proverò con l'avvio semplice e il numero di maglie suggeritemi dal mio campione....nel momento in cui dovrò fare gli scalfi si vedrà!!! :-)
    un abbraccio
    Annarita:-)

Discussioni Simili

  1. maglia tubolare per coste 3/3
    Di zanthya nel forum A scuola di Maglia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-09-2014, 13:45
  2. maglia tubolare ai ferri corti
    Di mariella caria nel forum A scuola di Maglia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-05-2014, 09:20
  3. Adattare misure e schemi
    Di gispa nel forum Uncinetto
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-07-2013, 15:00
  4. Tabelle misure-proporzioni,come modificare-adattare alla taglia
    Di Lo Staff nel forum A scuola di Maglia
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 12-11-2011, 19:52
  5. Lavorare a maglia fa bene allo stress
    Di Nick-name nel forum Knit-cafè
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 23-02-2011, 19:38

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •